Modalità operative

Al momento del ricovero

Visita medica, sverminazione, vaccinazione e microcippatura ad opera dei medici veterinari dell’ASL, registrazione nell’anagrafico computerizzato in dotazione alla struttura, annotando età presunta, sesso, peso, caratteristiche del mantello, motivo del ricovero, Istituzione della cartella clinica, in cui verrà annotata la storia clinica del cane dal momento del ricovero alla momento della dimissione. Tutti gli animali vengono sottoposti ad esami di laboratorio tra cui antileishmania ed antiehrlichia, al momento del ricovero con cadenza trimestrale, semestrale od annuale secondo la necessità. Tutti gli animali vengono sverminati semestralmente.

Ricovero nel reparto contumaciale e, dopo il tempo prescritto, in quello di mantenimento.

Tutti gli animali a turno godono di un periodo di libertà nei campetti di sgambamento.

Alimentazione:

Consiste in umido (pasta, pane, carne) e/o  secco (crocchette), i pasti giornalieri sono due, diete speciali per gli animali che soffrono di patologie come diabete mellito, malattie renali, malattie cardiache.

Igiene della struttura:

Disinfezioni e disinfestazioni con l’uso del fuoco e dei disinfettanti e disinfestanti del commercio.

Carcasse:

Vengono tenute in appositi congelatori in un locale dedicato e quindi smaltite attraverso ditta specializzata.

I rifiuti speciali,

Sono raccolti in appositi contenitori, vengono  smaltiti tramite ditta specializzata.

Morte

La morte viene comunicata al Servizio Randagismo dell’ASL competente, motivandone le cause quando possibile; l’animale viene quindi depennato dall’anagrafico.